Lingua 

Articoli i Notizie del mese marzo, 2007

24 marzo 2007 /  Categoria: Riflessioni

Siamo nel tempo in cui la Chiesa ci pro-pone di abitare un luogo particolare, il deserto della Quaresima. È una dimensio-ne questa che ci prepara a vivere la Pasqua nelle giusta predisposizione interiore: vuo-ti del superfluo e più aperti alla presenza di Dio, che a Pasqua si farà, dopo l’avventura della Croce, luce piena, resurrezione, glo-ria. A questo ci invita il cammino quaresi-male: alla mèta da raggiungere. Ma per far-lo bisogna utilizzare quegli strumenti che rendono ancora più efficace la nostra pre-parazione in vista del premio. Tra gli stru-menti suggeriti quello maggiormente sotto-lineato è il digiuno, ossia l’attitudine alla rinuncia di quanto ci è caro, buono, ma che in fondo non è strettamente necessario alla nostra sopravvivenza.

24 marzo 2007 /  Categoria: Testimonianze, Riflessioni

Dio solo basta!

VENTI OTTOBRE 2005, ORE 5:00. Scortato da due amici e compagni nella vita spirituale inizia il mio viaggio verso Medjugorje: è il giorno in cui faccio ingres-so nella comunità “Kraljice Mira”. Le lunghe ore di tragitto lasciano il tempo ai pensieri e alle emozioni di susseguirsi: quali tappe mi avevano condotto a quella decisione?

Torno indietro nel tempo fino all’estate del 1998, anno in cui Maria mi preparò due incontri speciali con lei e con suo Figlio. Il primo fu un pellegrinaggio in Spagna, sulle tombe di s. Teresa d’Avila e s. Giovanni della Croce, e a Garabandal, luogo di apparizioni mariane tra gli anni 1960-64. Di lì a poche set-timane vi fu un secondo viaggio, a Medj., il primo per me in quella terra.

26 marzo 2007 /  Categoria: Riflessioni / Autore: Sr. Stefania Consoli

Se ci fermiamo un attimo ad ascoltare il ritmo della vita che scorre dentro di noi, scandita dal pulsare del cuore, ci accorgia-mo di quanto sia lento, calmo e armonioso. A meno che non siamo noi stessi a costrin-gerlo ad accelerare quando affrontiamo il nostro quotidiano in fretta e talvolta in furia.

Il nostro giornale - l’Eco - arriva in mol-te parti del mondo e probabilmente gli uomini di terra d’Africa o di altri paesi remoti non hanno gli stessi affanni dell’uo-mo occidentale, immerso inesorabilmente in un meccanismo produttivo che in conti-nuo lo minaccia: “Chi si ferma è perduto!”.

 


Wap Home | Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria

Powered by www.medjugorje.ws