Lingua 

Medjugorje nella Chiesa

8 dicembre 2013 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa, Vatican

Comunicato dei Vescovi toscani

Durante la Visita "ad limina Apostolorum" dei Vescovi della Regione Toscana, nei giorni 16/20 aprile 2007, abbiamo avuto un incontro presso la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, con il Segretario Monsignor Angelo Amato, il quale, parlando con noi delle apparizioni di Medjugorje, ci ha invitati a rendere pubblica l'Omelia del Vescovo di Mostar, per fare chiarezza sul fenomeno religioso legato a questo luogo.
In conformità a questo invito rendiamo note, e preghiamo, soprattutto i Sacerdoti, a leggerlo attentamente ed a trarre le conseguenze necessarie, per la retta illuminazione dei nostri fedeli.

4 novembre 2012 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa

Siccome anche nella diocesi di Alessandria alcuni fedeli e gruppi di fedeli sono interessati agli avvenimenti che capitano dal 1981 a Medjugorje e per questo vanno colà in pellegrinaggio e si incontrano qui per praticare la loro devozione mariana e poiché ultimamente in questi incontri a volte è presente qualche presunta veggente e, si dice, sia avvenuta anche qualche apparizione della Madonna all'interno di una Chiesa, alla presenza di sacerdoti, ritengo opportuno chiarire il mio pensiero di Vescovo, responsabile della Chiesa locale.

30 gennaio 2010 /  Categoria: Pastori della Chiesa

In occasione del soggiorno dell’Arcivescovo di Vienna Cardinal Christoph Schönborn a Medjugorje, Max Domej della Gebetsaktion Wien ha parlato con lui.
Riguardo a Lourdes ed a Fatima la Chiesa ha espresso il suo giudizio, il suo giudizio definitivo, solo dopo che gli avvenimenti erano terminati. A ciò si arriverà anche in questo caso prima o poi, ma anche qui lasciamo le mani libere alla Madre di Dio… Penso che Medjugorje possa pacificamente continuare ad andare per la sua strada, con la fiducia che la Chiesa, Madre e Maestra, qui seguirà davvero bene la strada per cui si sta andando.

30 gennaio 2010 /  Categoria: Pastori della Chiesa

di Gianluca Barile for Petrus, www.papanews.it

CITTA’ DEL VATICANO - Continuano ad animare il dibattito e a suscitare polemiche, dentro e fuori la Chiesa, le presunte apparizioni di Medjugorje. Così, la presenza a Capodanno nella piccola località della Bosnia-Erzegovina del Cardinale Christoph Schonborn, Arcivescovo di Vienna, è stata solo l’ultima occasione in ordine di tempo per verificare la tensione esistente nei luoghi in cui, dall’inizio degli anni ’80, apparirebbe la Madonna a sei veggenti (?).

10 gennaio 2010 /  Categoria: Pastori della Chiesa

Cari fratelli e sorelle, qui in chiesa o nei luoghi davanti alla chiesa o nel salone giallo, siamo tutti consapevoli che è un grande privilegio non dover festeggiare il nuovo anno con lo Champagne - forse più tardi - [applausi e risa] ma con Maria, Giuseppe, il Bambino nella greppia, con gli angeli.

Tutti noi siamo venuti a Medjugorje per essere in questo giorno in special modo vicini alla Madre del Signore. O più esattamente dobbiamo dire che siamo venuti qui perché sappiamo che la Madre del Signore vuol essere vicina a noi.

10 gennaio 2010 /  Categoria: Pastori della Chiesa

Dal “Vercernji List”, quotidiano della Croazia e della Bosnia Erzegovina:
“Medjugorje è di nuovo al centro dell’attenzione della Chiesa, come dell’opinione pubblica. Anche se la visita del Card. Schonborn era privata, non ha lasciato nessuno indifferente perché egli è membro della Congregazione per la Dottrina della Fede. Abbiamo parlato col Cardinale durante la sua visita a Medjugorje.

2 marzo 2009 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa, Pastori della Chiesa, Interviste

Parliamo con Monsignor Giovanni Battista Pichierri, Vescovo di Trani, in Puglia il quale precisa: “Ritengo giusta e legittima la posizione di prudenza della Chiesa sul tema. I veggenti continuano a parlare, quindi bisogna aspettare. Ma se i fedeli quasi in massa ci vanno, una ragione positiva ci sarà.

20 febbraio 2009 /  Categoria: Testimonianze, Pastori della Chiesa

Padre Juan-Carlos LISA ha trascorso a Medjugorje dieci mesi nel corso del 2008. Immediatamente prima del ritorno in Argentina, egli ha dato la sua testimonianza per Radio MIR Medjugorje e per Glasnik mira.

29 marzo 2008 /  Categoria: Notizie di Medjugorje, Medjugorje nella Chiesa

„Međugorje supera la nostra competenza“, dice il Cardinal Puljić

Nel “Večernji list“ del 21 Marzo 2008 Ivan Tolj ha pubblicato una intervista con il Cardinal Vinko Puljić, Arcivescovo di Sarajevo.

Domanda: L’intervista recentemente pubblicata del Cardinal Tarcisio Bertone, Segretario di Stato della Santa Sede, che il caso di Međugorje debba essere riesaminato ha ispirato varie speculazioni. La Conferenza Episcopale della Bosnia Erzegovina ha discusso questa questione ed è vero che Međugorje sarà ancora ufficialmente esaminato ?

Risposta del Cardinal Puljić: „La nostra Conferenza Episcopale non ha discusso questa questione perché il fenomeno di Međugorje supera la nostra competenza. Nel momento in cui la Santa Sede prenderà una decisione e darà un compito, allora penseremo a cosa fare. Perciò sono inutili speculazioni finché non giungano istruzioni concrete. Dopo il lavoro della Commissione, la Conferenza Episcopale aveva già deciso di accompagnare pastoralmente il fenomeno. Non c'è nulla di nuovo, ma è l'attuazione della prima decisione della Conferenza Episcopale sul fenomeno di Međugorje.

 
22 maggio 2007 /  Categoria: Interviste, Pastori della Chiesa

Mons. Bernardo Cazzaro, Servo di Maria, Arcivescovo Emerito di Puerto Montt (Cile) ha trascorso la maggior parte della sua vita come missionario in Cile. Alla fine del suo servizio episcopale attivo è tornato in Italia per aiutare come consigliere spirituale a confessore nel Santuario mariano di Monte Berico.

Nel maggio 2007, durante un pellegrinaggio a Medjugorje con un gruppo proveniente da Vittorio Veneto, in una intervista con Lidija Paris egli ha espresso le sue impressioni su Medjugorje.

10 aprile 2007 /  Categoria: Testimonianze, Medjugorje nella Chiesa

“Penso che le cose che hanno maggiormente colpito le persone che erano con me, siano state la pietà e la devozione degli abitanti di Medjugorje, la fede e le testimonianze che abbiamo ricevuto. Abbiamo visto gente che pregava, che credeva e che viveva la sua esperienza cristiana di fede e di amore. Hanno un fuoco dentro. È davvero meraviglioso. Non avrei potuto sperare di meglio. Avevo provato di tutto nella mia diocesi per cambiare le persone – poiché viviamo in una società con delle disfunzioni – ed ho speso migliaia e migliaia di dollari in assemblee e seminari e posso dire che con tutto quel denaro non sono riuscito ad ottenere neanche il 10% di ciò che si è compiuto con questo solo pellegrinaggio! Dunque, voi avete qui, davanti a voi, qualcuno che promuoverà Medjugorje, certo non ufficialmente, ma che la promuoverà lo stesso!

19 febbraio 2007 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa, Testimonianze

Non molto tempo dopo le apparizioni della Regina della Pace è emerso all'attenzione dell'opinione pubblica che i sacerdoti diocesani e francescani nella diocesi di Mostar non andavano d'accordo su tutte le questioni di organizzazione dei rapporti. In realtà questo contrasto esiste già da più di cento anni e purtroppo continua anche oggi. A livello locale non sarebbe tanto acceso se la diocesi di Mostar non si trovasse in un luogo in cui fede, cultura e civiltà si intrecciano ed a livello mondiale non se ne saprebbe nulla se non si trattasse della diocesi in cui è apparsa la Vergine. E' fuori di dubbio che influenzi anche la posizione della Chiesa locale e di tutta la Croazia nei confronti delle apparizioni della Madonna. Bisogna ricordare che durante i primi mesi il vescovo del posto Pavao Zanic aveva creduto nell'autenticità delle apparizioni della Vergine e poi, per motivi solo a lui noti, aveva cambiato atteggiamento. Volendo tutelare la cosiddetta collegialità episcopale i vescovi della Chiesa croata da allora in poi cercano di astenersi dal fare dichiarazioni. Sono stati seguiti anche da altri famosi uomini di Chiesa. Tuttavia ci sono sempre state eccezioni significative.

29 gennaio 2007 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa, Testimonianze

Sono andato, ho visto, ho creduto.

In occasione della visita di Ivan a Beauraing (Belgio), dove la Madonna è apparsa a 5 bambini per 33 volte nel 1932, il Vescovo Léonard di Namur ha tenuto il 25 agosto, davanti a una folla immensa, una splendida omelia di cui diamo i punti principali.

«...Quali sono le Chiese più belle agli occhi del Signore? Sono quelle così piene che sembrano scoppiare. Egli le ama, perché una Chiesa affollata è per il Signore una profezia di quello che sarà al compimento di tutte le cose, quando il Regno di Dio sarà tutto in tutti!

22 novembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa, Testimonianze

Alcuni anni fa, quando ero Vescovo in Louisiana, doveva essere il 1988, feci la mia prima visita “Ad Limina” al Santo Padre a Roma.

Gli altri Vescovi della Louisiana erano con me e, come era costume di Giovanni Paolo II, fummo invitati ad unirci a pranzo con lui. C’erano otto di noi a tavola con lui.

Fu servita la minestra. Il Vescovo Stanley Ott of Baton Rouge, La., che intanto è ritornato al Padre, chiese al Santo Padre: “Santo Padre, cosa pensa di Medjugorje?”.

13 novembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa

Anzi, tutt’altro! Mons. Pavel Hnilica fu un coraggioso testimone nella Chiesa della grazia straordinaria che scaturisce da quel luogo. Famosa la sua lettera ai gruppi di preghiera legati a Medj. scritta nel 1997. Ne riportiamo alcuni stralci perché riescono a sintetizzare in modo molto eloquente il valore dell’evento Medjugorje.

18 settembre 2005 , Ultimi aggiornamenti 10 ottobre 2006 /  Categoria: Interviste, Medjugorje nella Chiesa, Pastori della Chiesa

Questa intervista è stata condotta da Marie Czernin per il Mensile Cattolico Tedesco PUR ed è stata pubblicata nel Dicembre 2004. (PUR - Politik und Religion, Magazin tedesco molto famoso guidato da due giornalisti Bernhard i Martin Muller, fratelli di quasi 43 anni). Il loro mensile è cattolico e viene consegnato a tutti i Vescovi tedeschi. Sono molto devoti a Fatima, dove è nata l’idea di realizzare questo mensile.

8 settembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa
7 settembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa
6 settembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa
5 settembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa
4 settembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa

Quando le apparizioni della Vergine ebbero inizio il 24 coiè il 25 giugno 1981 nella parrocchia di Medjugorje, nella diocesi di Mostar-Duvno-Trebinje-Mrkanj, a cui la parrocchia di Medjugorje appartiene, il vescovo era Pavao Zanic (1971-1993). Egli è stato seguito da Ratko Peric.

3 settembre 2006 /  Categoria: Pastori della Chiesa, Medjugorje nella Chiesa
4 dicembre 2005 /  Categoria: Testimonianze, Interviste, Medjugorje nella Chiesa

Nel Settembre 2005 è venuto a Medjugorje in pellegrinaggio privato con 17 pellegrini Mons. José Domingo Ulloa Mendieta, O.S.A., Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi di Panama. Ha parlato con lui Dragan Soldo, giornalista di Radio “Mir” Medjugorje.

Dragan Soldo: Può dirci come ha conosciuto Medjugorje e quali sono state le sue esperienze?

Mons. José Domingo Ulloa: Il Sacerdote Fancisco Verar, con il quale ho studiato Teologia mi aveva già parlato di Medjugorje. Ora era arrivato il momento di venire personalmente. Quello che ho vissuto è al di sopra di tutte le mie aspettative. L’incontro con così tanti pellegrini è un’esperienza straordinaria. Vedo il loro desiderio di conversione e cambiamento. Per me è molto importante ricordare l’opera sociale praticata qui a Medjugorje. Pone l’accento su ciò che Maria sta facendo: vale a dire essere sempre pronti a aiutare gli altri. I miei pellegrini sono venuti qui preparati. Medjugorje li ha colpiti e rimarrà sempre in loro il ricordo di questa massa di gente che viene qui a pregare.

10 agosto 2005 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa

Durante la seduta ordinaria della conferenza episcopale italiana svoltasi a Zara dal 9 all'11 aprile 1991 è stata adottata la seguente

Dichiarazione

I vescovi sin dall'inizio seguono le apparizioni di Medjugorje tramite il vescovo della diocesi, la commissione episcopale e la commissione della conferenza episcopale jugoslava per Medjugorje.

Sulla base delle ricerche sin qui compiute non è possibile affermare che si tratta di apparizioni e fenomeni soprannaturali.

Tuttavia, i numerosi credenti che arrivano a Medjugorje provenienti da vali luoghi e spinti da motivi religiosi e di altro genere hanno bisogno dell'attenzione e della cura pastorale innanzitutto del vescovo della diocesi e poi anche di altri vescovi così che a Medjugorje e con Medjugorje si possa promuovere una sana devozione verso la Beata Vergine Maria, in armonia con l'insegnamento della Chiesa.

A tal fine i vescovi forniranno adeguate indicazioni liturgico-pastorali e tramite la commissione continueranno a seguire e a far luce sugli avvenimenti di Medjugorje.

Zara, 10 aprile 1991

I vescovi jugoslavi

10 agosto 2005 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa

(1991-2001)

Sono già trascorsi dieci anni da quando la Conferenza episcopale dell'ex-Jugoslavia ha rilasciato la propria dichiarazione sugli avvenimenti di Medjugorje.

La dichiarazione è stata preceduta ed elaborata a seguito di un lungo e faticoso lavoro delle Commissioni. Due commissioni diocesane ed una Commissione della Conferenza Episcopale Jugoslava hanno lavorato per ben sette anni. Sulla base di queste ricerche, la Conferenza episcopale, in occasione della propria sessione di Zara del 10 aprile 1991, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

2 agosto 2005 , 20:55 /  Categoria: Riflessioni teologiche, Medjugorje nella Chiesa / Autore: Dr. fra Ivan Dugandzic, OFM

Medjugorje, ovvero quello che si sottintende quando oggi si cita il nome di questa piccola parrocchia in Erzegovina, ha già 17 lunghi e soprattutto frenetici anni di storia. Chi avrebbe potuto prevedere 17 anni fa che la dichiarazione di alcuni ragazzi che sostenevano di aver visto la Vergine avrebbe raggiunto le zone più distanti del mondo e che la parrocchia di Medjugorje si sarebbe trasformata in uno dei santuari più particolari ed in un movimento spirituale tanto vivo dinanzi al quale nessuno più può rimanere indifferente.

26 luglio 2005 /  Categoria: Riflessioni teologiche, Medjugorje nella Chiesa / Autore: Dirk Grothues

Da una parte, ognuno, per quanto possibile, deve cercare di vivere i messaggi che la Regina della Pace invia al nostro cuore con pazienza ed in maniera instancabile. Dall'altra, noi di tutti i centri di Medjugorje e dei gruppi di preghiera dobbiamo fare in modo che il messaggio originario non sia alterato o oscurato. Medjugorje non è un movimento di preghiera qualsiasi: il suo programma non è semplicemente una missione popolare qualsiasi, come di tanto in tanto accade nelle nostre comunità. Pregare fa bene, digiunare fa bene, recarsi alla Santa Messa fa bene, confessarsi regolarmente fa bene, leggere le Sacre Scritture fa bene. Ma se non comprendiamo che al centro di questa religiosità personale ci sono la pace e la riconciliazione, allora non avremo compreso correttamente il cuore del messaggio di Medjugorje. Sicuramente si tratta anche di "salva la tua anima". Tuttavia, per Medjugorje è di fondamentale importanza il messaggio biblico: si tratta di Dio, dell'unità del suo popolo, della pace sulla terra, della salvezza del mondo.

20 luglio 2005 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa, Riflessioni teologiche, Sacerdoti di Medjugorje / Autore: Dr. fra Ljudevit Rupcic, OFM

Il termine rivelazioni "private" è già da tempo di uso comune nella teologia. Il suo contrario è rivelazioni "pubbliche". Tuttavia la rivelazione pubblica sarebbe quella data nella Bibbia e la privata, al di fuori dalla Bibbia. Sarebbe dunque più giustificabile parlare di rivelazioni bibliche e extra bibliche e non vi è alcuna ragione di dare più onore e significato alle prime piuttosto che alle seconde. Perché se entrambe sono vere, se entrambe vengono da Dio, secondo le loro origini, sono entrambe divine e ugualmente di valore. Entrambe sono pensate da Dio per la gente ed Egli vuole che entrambe siano accettate. Oltrimenti non avrebbe nessuna ragione per parlare. Se avessero delle differenze giustificabili, non sarebbero mai nel senso che una è obbligatoria e l'altra no. Sono entrambi obbligatorie. Per chi ne è coinvolto o per chi ha raggiunto ragioni sufficienti e sicurezza morale riguardo la loro autenticità, entrambi obbligano nello stesso modo.

20 luglio 2005 /  Categoria: Medjugorje nella Chiesa, Riflessioni teologiche / Autore: René Laurentin

La Posizione di Medjugorje nella Chiesa è un soggetto difficile, contestato, oggetto di confusione ed ambiguità che è importante dissipare.

Medjugorje non ha bisogno di spiegazioni dalla nostra parte. È un luogo di grazia dove la Madonna si è manifestata portando dei frutti del tutto eccezionali: vita spirituale, conversioni, guarigioni, "si giudica l'albero dai suoi frutti", dice il Signore, ed è il solo criterio di discernimento che viene da lui (Mt 7:20, 12:33).

20 luglio 2005 /  Categoria: Sacerdoti di Medjugorje, Medjugorje nella Chiesa

Carissimi amici dei gruppi di preghiera di Medjugorie,

questa lettera esprime il profondo affetto che ci lega al messaggio di Medjugorie e sapendo che molti altri (vescovi, sacerdoti, religiosi e laici) hanno testimoniato più volte la loro gratitudine per i molteplici frutti spirituali scaturiti da questo messaggio, noi attraverso questo scritto volevamo farvi partecipi di una testimonianza comune che vuole anche essere un contributo per la difesa di questa opera di Maria che si è diffusa nel mondo intero e che da più parti continua ad essere minacciata.

 


Wap Home | Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria

Powered by www.medjugorje.ws