Lingua 

Medjugorje Libro Giallo

Vi supplico ascoltate i miei messaggi e viveteli

Data: 7 novembre 2006 , Ultimi aggiornamenti 13 marzo 2008
Autore: Dr. Fra Slavko Barbarić, OFM , Fra Tomislav Vlašić, OFM
Categoria: Libri con Premissime Riflessione , Libri , Sacerdoti di Medjugorje
Contenuto dell'articolo
  1. « Adesso non pregate, mettetevi in silenzio e lasciatemi passare attraverso i vostri cuori »
  2. I messaggi della Madonna ci preparano per gli avvenimenti che ci attendono
  3. Il piano del Signore non è universale, è individuale
  4. Se io mi metto sul livello dei messaggi e li vivo, il futuro non e più nascosto per me
  5. «Tutti coloro che ascoltano e vivono i miei messaggi sono la mia Parrocchia»
  6. « In questo anno offrirò la mia pace al mondo »
  7. « Dovete sentirvi nulla. È il Padre che farà tutto »
  8. « Prendete le vostre croci con gioia »
  9. L'amore è l'unica forza che salva
  10. « Eccomi, sono la serva del Signore »
  11. Non impedite che Gesù vi ami
  12. « Cari figli, accogliete tutto quello che il Signore vi offre »
  13. Si impara la fede attraverso un'apertura umile
  14. « Cari figli, voi dimenticate che siete tutti importanti »
  15. «Ogni famiglia sia attiva nella preghiera»
  16. « Cari figli, voi siate la gioia di tutti gli uomini, siate la speranza ad ogni uomo »
  17. L'apertura del cuore allo Spirito Santo ci porta alla profondità della conoscenza
  18. «Appena vedete un peccato confessatelo, affinché non rimanga nascosto nelle vostre anime »
  19. « Vi invito perché mi offriate i vostri cuori, affinché io possa cambiarli e farli simili al mio Cuore »
  20. « Cari figli, oggi vi invito a vivere l'amore con Dio e con il prossimo nella vostra vita »
  21. « Siate luce a tutti e testimoniate nella luce »
  22. « Con queste grazie, cari figli, desidero che le vostre sofferenze diventino la gioia »
  23. Preparate i vostri cuori per l'incontro con Dio
  24. « Il vostro obbligo non è tanto di fare, quanto di adorare Dio, di stare con Dio »
  25. Entrare nella preghiera del cuore
  26. «Senza preghiera, cari figli, non potete sentire né Dio, né me, né la grazia che vi sto dando»
  27. Se voi vi offrite completamente al Signore, permettete a Lui di guidare la vostra vita
  28. « Se desiderate sentire che Dio è quella vera pace che cercate, allora semplicemente dovete pregare col cuore »
  29. « Io desidero soltanto che per voi il Rosario diventi la vita »
  30. Che cos'è la preghiera?
  31. Consacratevi ogni giorno alla Vergine
  32. « Impegnatevi con l'amore dove siete »
  33. La Madonna chiede la confessione settimanale alle persone che si consacrano
  34. Camminate sotto il Cielo aperto
  35. « Desidero che anche per voi la croce sia gioia »
  36. « Pregate per poter accettare la croce »
  37. « Non siete pieni di gioia perché non siete in grado di capire il mio amore immenso »
  38. Scrivete nei vostri cuori che Dio è il Signore
  39. L'Adorazione al Santissimo
  40. « Desidero invitarvi a prendere e vivere sul serio i messaggi che vi do »
  41. « Pregate, cari figli, solo così potrete conoscere tutto il male che sta in voi ed offrirlo al Signore, in modo che il Signore possa purificare del tutto i vostri cuori »
  42. Siamo invitati di nuovo a dire il nostro « si »
  43. Bisogna pregare in continuo
  44. « Il mio cuore segue attentamente i vostri passi »
  45. « Io invito le famiglie alla santità. Che le famiglie siano un luogo dove nasce o sta nascendo la santità »
  46. « Vuoi offrirti anche tu per la salvezza del mondo? »
  47. La preghiera senza sosta è la nostra vita
  48. « Cari figli... »
  49. « Vi ho offerto tutto e da voi sarà chiesto tutto »
  50. MESSAGGIO DELL'8 GENNAIO 1987: « Da oggi darò meno messaggi, ma sono con voi »
  51. « Cari figli, ormai si è compiuto quello che il mio Signore ha programmato »

Meditazioni (sui Messaggi) di P. Tomislav Vlasic e P. Slavko Barbaric - Anno 1986

Io credo che noi, tutti quanti, se vogliamo essere veri pellegrini, dobbiamo fare questo passo, anche se le potenze del mondo ci schiacciano, ci costringono: offrire con la pace le nostre vite e continuare a vivere questa offerta umilmente. Soltanto così Dio sarà glorificato in noi.

Penso che questo è molto importante, perché tutti noi siamo pronti a fare la lotta per la Madonna, a discutere, a tirare le conclusioni logiche, a portare gli argomenti umani, ma tutto quello è di poca importanza.

Dobbiamo riflettere, dobbiamo portare una chiarezza anche umana, ma in fondo è Dio che agisce e, quando non abbiamo nessuna forza umana, anche lì dobbiamo rimanere in pace, sicuri che Dio vincerà.

Perché tutti noi vogliamo un trionfo, un trionfo sulla terra, ma il trionfo sulla terra non ci sarà: soltanto chi si offrirà, come si è offerto Gesù, arriverà ad un trionfo nel Cielo. Qui sulla terra l'unico trionfo è di offrire la nostra vita, affinché il nostro fratello sia salvato.

(P. Tomislav Vlasic - 8 febbraio 1986)
Milano, 10 marzo 1987

La preghiera senza sosta è la nostra vita

Che cosa ci dice la Madonna guardando i messaggi dell'anno scorso? lo ho trovato alcune parole chiave per me e per voi. Prima di tutto ho trovato le parole: « Pregate senza sosta ».

Queste parole della Madonna sono state ripetute diverse volte negli ultimi mesi.

Voglio spiegarvi che cosa vuol dire: « Pregate senza sosta ».

Quest'anno per il Natale quando ho fatto gli auguri alla gente ho fatto anche una domanda: « Volete portare con voi Gesù? ». Tutti tacevano, ma ero sicuro che tutti rispondevano nel cuore: « Sì, come no? ». Ho ripetuto la domanda: « Veramente volete portare con voi Gesù? ». La gente mi guardava. Allora hanno capito che io volevo con questa domanda spiegare qualche cosa. Ho detto: « Se veramente volete portare il Bambino Gesù con voi, allora dovete stare attenti. Per un bambino ci vuole una camera preparata, abbastanza calda, ci vuole la mamma che lo vegli continuamente, i fratelli che devono mostrare un affetto particolare. Tutti in casa devono guardare in modo particolare a questo bimbo. E non ci sono scuse. La mamma deve lasciare il lavoro per servire il bambino, deve essere pronta di giorno e di notte a seguirlo, ad aiutarlo a crescere ». La stessa esperienza deve essere ripetuta in ciascuno di noi. Se noi vogliamo vivere il Natale dentro di noi, dobbiamo portare Gesù Bambino con noi e, come si comporta una mamma con il bambino, così noi dobbiamo comportarci verso Gesù, altrimenti il bambino muore. Come un bambino non può vivere senza questo affetto, senza questa continua presenza della mamma, senza una responsabilità della mamma e di tutti i familiari, così anche Gesù Cristo nato nel Natale non può vivere dentro di noi, muore sulla strada. Praticamente in molti cristiani Gesù già nel Natale è stato abortito, ucciso, lasciato sulla strada, come fanno diverse volte le mamme lasciando il proprio figlio sulla strada.

Cominciando da questa immagine noi possiamo capire che cosa vuol dire la preghiera senza sosta. Quando la Madonna dice « La preghiera senza sosta », indica come una mamma ama il proprio figlio, come pensa al proprio figlio, come se ne prende cura, come è pronta anche di giorno e di notte a essere presente, ad aiutare il bimbo. Così io e ciascuno di noi dobbiamo essere pronti, oppure crescere sulla strada della preghiera.

Quando noi siamo arrivati a questo atteggiamento di amore verso Gesù, allora siamo arrivati ad una preghiera perenne, continua. Non si tratta soltanto di pregare il Rosario, ma si tratta di uno svuotamento completo da tutto quello che non è Dio per lasciare che Gesù entri nella nostra mente, nel nostro cuore, nel nostro essere, così che noi abbiamo dentro di noi soltanto i progetti di Dio anche se siamo al lavoro, anche se siamo impegnati.

Su questo punto dobbiamo capire che la nostra scuola, il nostro lavoro, il nostro divertimento potranno essere con Dio soltanto se noi avremo abbastanza tempo per la preghiera. Voi di sicuro avete letto qualche cosa di Medjugorje, però una parola chiave che è ripetuta quasi ogni giorno dalla Madonna è: « Pregate, con la preghiera potete fare tutto, senza la preghiera non potete fare nulla ».

Io non vorrei adesso ripetere tutto quello che la Madonna ha detto della preghiera, però voglio dire a voi giovani e a tutti gli altri: imparate ad ascoltare nella preghiera. Quando voi arriverete all'atteggiamento di ascoltare Dio nella preghiera, di conoscere la Sua voce, di sentire la Sua voce, allora siete arrivati alla preghiera. E quando voi incontrerete davvero Dio nella preghiera, allora sentirete la gioia dell'eternità e non sarà difficile pregare senza sosta. Allora la preghiera senza sosta è la nostra vita, senza questa preghiera noi non possiamo vivere.

Vi ho detto: imparate ad ascoltare. Veramente molti cristiani non sono in grado di mettersi in ascolto per capire Dio e proprio per questo chiedono tantissimi consigli ai sacerdoti, ma non succede niente, perché non riconoscono Dio col cuore.

Un tema molto sottolineato dalla Madonna e da Gesù, attraverso Jelena e Marjana, è il silenzio nella preghiera. Ma al silenzio arriverete soltanto per mezzo del digiuno. Il digiuno è un mezzo per staccarsi da ogni piacere e, su questo piano, 'la raccomandazione da parte della Madonna di rinunciare in modo particolare ai programmi televisivi, vi aiuterà molto. Se la nostra testa è piena dei programmi umani, se i nostri pensieri sono piuttosto umani, se siamo preoccupati per i giochi, per i piaceri umani, allora non possiamo ascoltare Dio. Se la nostra testa è piena non possiamo ascoltare Dio.

Noi dobbiamo capire che soltanto quando dimentichiamo tutto l'altro e ci mettiamo a stare con Dio, ascoltarlo, parlare con Lui, adorarlo, alla fine noi arriviamo ad un silenzio dove Dio può parlare con noi e può illuminarci su tutto quello che ci serve. Perciò parlando della preghiera senza sosta, vi raccomando di andare avanti verso la preghiera del silenzio dove potete ascoltare Dio, dove potete sentire Dio. Quando Lo sentirete dentro di voi, allora per voi lo sposo o la sposa non sarà più dolce di Dio, per voi non sarà difficile nessuna rinuncia perché tutto sarà facile, voi avrete soltanto un interesse: arrivare a Dio, stare con Dio.

Non dico a tutti voi di cominciare a pregare senza sosta. Voi ora non ne siete in grado, ma lo sarete se vi incamminate sulla strada indicata dalla Madonna.

Adesso chi non può pregare senza sosta si incammini e, pian piano, come si approfondisce la preghiera avrà dentro di sé la pace, la serenità, la gioia e tutto questo aumenterà dentro.

Il secondo punto che voglio sottolineare nella preghiera senza sosta è: organizzate la vostra preghiera. Non arriverete a questa preghiera senza sosta, questa preghiera dove sentirete la pace, la gioia, la serenità, senza una preghiera organizzata. Raccomando ai capogruppo, ai sacerdoti, a tutti voi: fate una preghiera organizzata, così che esistano gruppi dove si prega a turni, senza sosta. In modo particolare fate le veglie di sera, perché è molto importante. La Madonna non ha scelto per caso un gruppo qui nella Parrocchia a cui indica: « Venite alle undici di sera sul luogo delle apparizioni », « Venite alle tre di mattina a pregare sul luogo delle apparizioni », « Venite alla una di notte sul Krizevac », « Venite a stare e a pregare tutta la notte ».

La Madonna non lo dice a caso. Anche noi sacerdoti abbiamo dimenticato che i religiosi un tempo si alzavano ogni notte a pregare, a fare la veglia, perché, come sappiamo per esperienza, satana non lavora tanto di giorno, ma lavora tanto di notte.

Anche nella struttura della nostra preghiera sacerdotale c'è un accenno su questo: prima di dormire devo ricordare questo.

Nelle nostre esperienze degli ultimi mesi c'è una chiamata a pregare in questo modo. Se potete, ricordatevi in modo particolare di pregare di notte. Un mio amico sacerdote quando è stato agli esercizi spirituali mi disse che per lui era difficile rimanere durante la notte a

pregare, poi si è ricordato che tante volte era rimasto con i suoi amici fino all'alba chiacchierando e si è chiesto perché non cominciare a restare con Dio, pregando.

Quando ha deciso, l'ha fatto e ha visto che da questa esperienza ne è venuta una guarigione interiore della sua anima.

Il secondo punto che voglio sottolineare, dopo la preghiera senza sosta, è il punto della luce e delle tenebre. Noi siamo già nel tempo delle tenebre e nel tempo della luce. Ho visto tante persone che non vedono. Sanno e dicono: « Sì, la Madonna è apparsa, credo », però non vedono, non riconoscono che cosa sta succedendo.

Anch'io diverse volte non ho capito quando Dio mi ha parlato. Non ho capito quello che diceva la Madonna e dovevano passare settimane e settimane per capire Dio. Queste sono le tenebre interiori. Noi possiamo essere illuminati soltanto nel grado della nostra apertura e l'apertura viene attraverso la preghiera interiore. Per questo Natale abbiamo fatto un'intervista ad un regista inglese che è venuto qui per fare un film su Medjugorje. I1 sacerdote che l'ha intervistato gli ha fatto una domanda: « John, ma come mai ti vediamo pregare in continuo? Ci sono stati anche altri registi qua però nessuno ha pregato come te ». E lui ha risposto: « Quando prego molto io vedo tutto quello che devo fare. Per me tutto è chiaro. Se non prego abbastanza, non vedo chiaro ». Questa esperienza ci illumina su quanto dice la Madonna: di pregare senza sosta.

La mia esperienza qui in contatto con i veggenti è molto profonda. Diverse volte i veggenti hanno posto delle domande alla Madonna e a Gesù, ma hanno ricevuto soltanto questa risposta: « Pregate, affinché possiate capire ».

Allora neanche i veggenti ricevono la luce attraverso le parole, ma devono pregare, per capire attraverso la preghiera, attraverso la luce interiore.

Perché la Madonna in continuo dice: « Pregate, digiunate e fate penitenza »? Perché questi sono i mezzi che ci preparano per la luce. Quando abbiamo toccato questo argomento bisogna di nuovo parlare dello scontro tra la luce e le tenebre, dello scontro tra Dio e satana, tra la Madonna e satana. Io ho già detto che i messaggi della Madonna che parlano di satana erano piuttosto gli avvertimenti di quello che succedeva e tante volte la Madonna ci ha detto di stare attenti a questo e a quello. Dopo abbiamo visto satana presente che disturbava, che impediva i programmi della Madonna. Per esempio, per Natale la Madonna ha annunciato al gruppo di preghiera: « State attenti, satana ha preparato la battaglia. State attenti, lui cercherà in ogni modo di impedirvi di vivere la gioia del Natale. Cercherà in ogni modo di farvi indifferenti per Gesù che nasce ».

Quando abbiamo guardato le esperienze, tutti mi hanno detto che sono stati attaccati da satana in questo modo. Satana ha portato diverse turbative personali per non permettere di entrare nel silenzio, per non permettere di vivere questa presenza di Dio.

Vi dico questo affinché voi pellegrini possiate andare avanti, essere sempre di più illuminati e mandare via satana con tutte le sue opere. Pian piano andando avanti nella preghiera voi capirete la sua presenza e sarete in grado di buttarlo fuori e diventerete sempre più luce per gli altri uomini.

Quello che sta succedendo qui a Medjugorje non è qualche cosa che è successo in qualsiasi altro santuario. Quello che noi possiamo capire, in modo particolare nell'ultimo anno, è una preparazione per un rinnovamento nella Chiesa, qualche cosa di nuovo che sta nascendo nel mondo, come se fosse un rinnovamento dell'alleanza. Vi invito perciò a vivere questa apertura verso il Signore. Il trionfo del Cuore Immacolato annunciato a Fatima sta realizzandosi, ma questo trionfo verrà soltanto per mezzo del nostro « sì », come la Vergine ha detto con tutto il cuore a Dio: « Sì, ecco l'ancella del Signore, sia fatto secondo la tua parola ».

Soltanto attraverso questo atteggiamento interiore noi potremo rispondere alla chiamata della Madonna, alla chiamata di Dio e Dio potrà realizzare il suo piano. Il nostro « sì » a Dio può essere realizzato soltanto attraverso l'anima della gente che ha queste virtù: la pace, la serenità, l'umiltà„ la gioia, l'abbandono completo al Signore, la preghiera e l'amore immenso.

Allora dobbiamo sforzarci, andare avanti attraverso la preghiera, per arrivare a questo atteggiamento interiore come ha vissuto la Vergine. Quando diventiamo simili a Lei, allora Dio potrà fare in noi la stessa opera che ha fatto nella Vergine mentre stava sulla terra. Noi non abbiamo altra strada per arrivare a Dio, ma attraverso la purificazione vissuta dalla Madonna, dalla Immacolata Concezione, attraverso questa purificazione che noi dobbiamo fare e vivere, arriveremo ad una apertura interiore e così Dio potrà fare dentro di noi le sue opere.

(P. Tomislav Vlasic - 31 dicembre 1986)

 

Fonte: Friends of Medjugorje Association

 


Wap Home | Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria

Powered by www.medjugorje.ws